Moduli didattici

I Moduli didattici consentono un ritmo formativo rilassato e permettono di costruire un percorso didattico più articolato ed efficace di un singolo Corso intensivo perché focalizzati di volta in volta su specifici obiettivi. Soprattutto se distanziati nel tempo ed inframmezzati con Allenamenti saltuari ed attività ricreative che permettono ai Soci apprendere in modo efficace le nuove nozioni, avendo già consolidato quelle precedenti.

L’abbigliamento tecnico è un aspetto cruciale fuori dalla stagione estiva perché molte delle attività proposte comportano una non trascurabile permanenza in acqua (cfr. Note in Didattica).


MODULO 1 INTRODUZIONE (15 € – 1H o più)

Ha l’obiettivo di consentire ai Soci o agli aspiranti tali senza alcuna esperienza di “sentire” la sensazione di scivolare senza sforzo sulla superficie dell’acqua ed affacciarsi al mondo del kayak turistico passeggiando in giornate calde e senza vento; sempre accompagnati da un Istruttore. Il programma prevede:

  • Attività propedeutiche a secco
    • Descrizione di un kayak da mare e differenza con altre canoe
    • Descrizione posizione nel kayak ed equilibrio (leaning & edging)
  • Capacità individuali in acqua
    • Imbarco e sbarco di prua e di lato
    • Pagaiata avanti
    • Pagaiata circolare avanti e indietro
    • Accostata, fermata e pagaiata indietro

MODULO 2 BASE (50 € – 5h)

Ha l’obiettivo di mettere a fattore comune le nozioni base di sicurezza personale sia prevenendo situazioni di pericolo (alimentazione, abbigliamento e condizioni meteo) sia gestendo un rovesciamento involontario ed imparando a recuperare l’assetto di navigazione autonomamente. Poiché navigare da soli non è mai consigliabile, nemmeno in un ambiente tranquillo come il Lago di Bracciano, è altrettanto importante imparare come coordinarsi con pagaiatori più esperti per recuperare la posizione di navigazione in modo assistito. Questi aspetti sono essenziali tanto per utilizzare l’attrezzatura della scuola quanto per ogni altro modulo e pertanto si ripeteranno gli esercizi molte volte e possibilmente in condizioni di moderato stress cioè con vento e stanchezza. Il programma comprende:

  • Attività propedeutiche a secco
    • Sollevare e trasportare il kayak
    • Assicurare il kayak su una rastrelliera o su un carrello stradale
    • Descrizione di un kayak da mare e differenza con altre canoe
    • Descrizione posizione nel kayak ed equilibrio (leaning & edging)
    • Descrizione appoggio basso
    • Abbiglliamento e pericoli ipotermia e colpo di sole
    • Cenni di pianificazione di una escurzione (meteo, pt sbarco imbarco, comunicazione)
  • Capacità individuali in acqua
    • Imbarco e sbarco di prua e di lato
    • Uscita bagnata con rientro a nuoto a terra in acque basse
    • Tecnica di svuotamento del kayak
    • Auto salvataggio (paddle float)
    • Salvataggio assistito a T passsivo
    • Appoggio basso

MODULO 3 CONDUZIONE (50 € – 5h)

È il modulo centrale del programma perché, in uscita dal Modulo 2, consente di acquisire la tecnica necessaria: ad affrontare la navigazione con mare formato (Modulo 5), gestire le accostate necessarie ai salvataggi assistiti (Modulo 4) e sviluppare la sensibilità e l’equilibrio utili alle tecniche di roll (Modulo 6). I tre Moduli successivi possono essere affrontati nella cronologia desiderata, magari dopo aver consolidato quanto appreso con un periodo di Allenamenti casuali ed Attività ricreative insieme agli atri Soci. Infatti guardarsi vicendevolmente e sperimentare insieme permette di apprendere molto più rapidamente di quanto sia possibile da soli. Il programma comprende:

  • Attività propedeutiche a secco
    • Descrizione pagaiata propulsiva moderna e tradizionale
    • Descrizione manovra 360°
    • Descrizione spostamenti laterali
  • Capacità individuali in acqua
    • Pagaiata avanti
    • Accostata, fermata e pagaiata indietro
    • Timone di poppa
    • Pagaiata circolare avanti e indietro
    • Spostamento laterale
    • Richiamo di prua
    • Spostamento laterale con abbrivio
    • Appoggio basso con abbrivio

MODULO 4 SALVATAGGI (50 € – 5h)

Costituisce il tassello essenziale del mosaico di capacità e nozioni destinate a gestire situazioni di emergenza. In questo ambito si apprendono ed allenano i due protocolli di recupero dell’assetto di navigazione a seguito di rovesciamento ed uscita bagnata: salvataggio assistito a T con soggetto assistito a poppa (standard Sottocosta) oppure a prua (utilizzato soprattutto in condizioni meteo avverse). L’obiettivo è trasformare un evento “traumatico” in un evento di “routine”, attraverso un approccio che potremmo definire ludico. Nello stesso ambito si affrontano anche le tecniche di base per prestare soccorso a pagaiatori che sono impossibilitati a proseguire, trainandoli anche per miglia (traino lungo) oppure per tratte brevi (traino a contatto). È consigliabile ripassare brevemente le manovre fondamentali di controllo del kayak al fine di manovrare ed accostare agilmente per rendere efficiente un recupero anche in condizioni reali.

  • Attività propedeutiche a secco
    • Nodi (gassa d’amante, savoia, volte più mezzi colli, parlato)
    • Descrizione richiamo di prua
    • Descrizione appoggio alto
  • Capacità individuali in acqua
    • Accostata, fermata e pagaiata indietro
    • Timone di poppa
    • Pagaiata circolare avanti e indietro
    • Spostamento laterale
    • Salvataggio assistito laterale
    • Salvataggio assistito a T attivo
    • Salvataggio assistito a T passsivo
    • Traino a contatto e traino lungo

MODULO 5 AVANZATO (nel corso delle attività della Compagnia)

È destinato ad ampliare le nozioni e le abilità tecniche dei Moduli precedenti verso ambiti più impegnativi delle attività turistiche con Guida Marina ovvero le esplorazioni in gruppo. Queste presuppongono che tutte le capacità di pianificazione, di navigazione e di risoluzioni delle emergenze, di cui deve essere in possesso la Guida, siano invece diffuse e ben consolidate fra i membri del gruppo stesso. La Compagnia non offre questo Modulo a pagamento, preferendo che i Soci sviluppino: le capacità individuali nel corso delle normali attività ricreative in collaborazione con gli Istruttori (specie in occasione delle escrusioni in mare) ed i vari aspetti teorici in appositi seminari oppure in occasione dell’infinito filosofeggiare a cui ci si abbandona a pranzo.

  • Attività propedeutiche a secco
    • Ripasso manovra 360°
    • Ripasso appoggio basso
    • Ripasso appoggio alto
    • Lettura della carta, uso della bussola di rotta e da rilevamento
    • Segnalamento marittimo e regolamento per prevenire gli abbordi in mare
    • Calcolo delle distanze e dei tempi di navigazione
    • Meteorologia (fonti di informazione e interpretazione)
    • Effetti del vento, onda, maree e morfologia del litorale
    • Navigare in gruppo, sicurezza in mare, elementi di primo soccorso
  • Capacità individuali in acqua
    • Capacità di manovrare con mare formato
    • Imbarco e sbarco nel surf max 1m
    • Sbarco di poppa

MODULO 6 ROLL (50 € – 5h in più giorni)

Il Roll (detto anche Eskimo) è la risoluzione di un rovesciamento (scuffiata) senza effettuare la manovra di uscita bagnata, recuperando cioè la posizione di equilibrio con il solo ausilio del corpo e della pagaia. Può essere effettuato in moltissimo modi e gradi di abilità, al punto tale da essere diventata una disciplina oggetto di gare internazionali. Molto elegante a vedersi e di grande soddisfazione per chi la padroneggia perché costituisce allo stesso tempo uno stimolo sensoriale molto forte e permette di sentirsi libero dalla preoccupazione di un rovesciamento involontario, soprattutto nelle zone di surf. L’insegnamento prevede l’assistenza di un Istruttore in piedi ed affianco mentre l’apprendimento presuppone doti di scioltezza e controllo del corpo (propriocezione) piuttosto che forza e potenza. La difficoltà nell’apprendimento non consiste solo nel costruire una nuova catena cinematica a testa in giù e per giunta in apnea ma anche nel dover consolidare la stessa lontano dalla sicurezza dell’intervento di un assistente ed in condizioni meteo diverse. La probabilità di eseguire con successo un Roll in condizioni reali dipende largamente dall’abitudine al vento, onda, caldo, freddo… ogni variazione dalle condizioni standard in cui è stata appresa la catena cinematica rappresenta infatti una variabile molto più critica di quanto si possa pensare.

  • Attività propedeutiche a secco
    • Descrizione fasi Roll
    • Simulazione Roll da seduti con pagaia
  • Capacità individuali in acqua
    • Appoggio alto (con evidente sbilanciamento), appoggio alto con abbrivio
    • Appoggio continuo alto
    • Appoggio statico
    • Roll