Decasoci

Su invito dell’amico Francesco Sirimarco (*), della Società PaddleLab che opera presso il Lago di Albano, ed in coordinamento con Fabio Silvestri (Decathlon Vision Project Tutor), la Compagnia aderisce alla giornata di presentazione dei Club sportivi ed allestisce un mini stand presso il punto vendita di Fiumicino della conosciutissima Decathlon.

Fabio Silvestri (Vision Project Decathlon) e Maxett

Oltre a sottoscrivere la Carta Decathlon Club, che consente di accumulare punti sconto con l’acquisto di materiale da parte della Compagnia e di tutti i Soci che scelgono di collegare la propria Carta personale, il Vicepresidente Cecila e Maxett danno spiegazioni ed indicazioni ai clienti del settore canoa, dove è stata prevista la nostra postazione.

Maxett e Cecilia nel punto vendita Decathlon di Fiumicino

L’ambizione di Decathlon, ci spiegano Francesco e Fabio, non è limitata alla sola fidelizzazione dei Soci dei vari Club ma è piuttosto rivolta ad un progetto a lungo termine di formazione teorica ed empirica del Personale di Vendita, finalizzata tanto a fornire ai propri clienti indicazioni professionali quanto a trasmettere ai progettisti Decathlon di attrezzature ed abbigliamento relative alle attività di canoa ed outdoor un feedback basato su una esperienza diretta e largamente condivisa.

Un manichino chiede di provare un cappellino rosso della Compagnia

In questo senso, la didattica FICK di Pagaia Azzurra è lo strumento perfetto per portare gli standard EPP alla attenzione della vastissima platea dei pagaiatori amatoriali che, desiderosi di una esperienza più appagante della limitata esplorazione del tratto di mare prospiciente una singola spiaggia, intendono evolvere verso escursioni di più ampio raggio oppure attività fitness più intense della semplice passeggiata. Proprio a questo settore di mercato si rivolge infatti Decathlon con il suo nuovo prodotto X500, un kayak gonfiabile con tecnologia DROP STITCH (la stessa delle tavole da Stand Up Paddling).

X500 ITIWIT

Tuttavia è importante riflettere sulla occasione per il Mondo del kayak da mare Italiano di vivere la possibile collaborazione con Decathlon non tanto per “insegnare” quanto piuttosto per “imparare” un approccio umile e professionale al mercato amatoriale e progettare, magari coordinandosi con altri settori della canoa da mare, una didattica propedeutica alla intensità di un tirocinio per la certificazione SK1 che, soprattutto con l’utilizzo di canoe non pontate, abbassi sensibilmente le risorse economiche e psico-fisiche che un amatore non agonista deve impegnare per transitare dal noleggio balneare di larghi Sit-on-top o kayak ricreativi alle escursioni in autonomia con raggio inferiore alle 5 Miglia Nautiche e condizioni meteo clementi. Un tipo di escursioni che, per amore di sintesi, potremmo chiamare Cruising, per distinguerle dalle molto più impegnative e rischiose escursioni Touring a lungo raggio e con campeggio nautico.


(*) Maestro SK4 e istruttore II livello della Federazione Italiana Canoa Kayak, Istruttore Senior Personal Trainer della FIPE, Laureato in Scienze delle Attività motorie e sportive. Nel 2017 ha circumnavigato la Sardegna in 22 giorni di navigazione in solitaria e totale autonomia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...